Una nuova educazione per una nuova cultura

Che tipo di mondo desideriamo trasmettere ai bambini che stanno crescendo? Per papa Francesco questa domanda etica con risvolti pedagogici non riguarda solo l’ambiente in modo isolato ma il mondo che vogliamo lasciare con il suo orientamento generale, il suo senso, i suoi valori. L’educazione sarà inefficace e i suoi sforzi saranno sterili se non ci preoccupiamo di diffondere un nuovo modello riguardo all’essere umano, alla vita, alla società e alla relazione con la natura. Altrimenti continuerà ad andare avanti il modello consumistico trasmesso dai mezzi di comunicazione attraverso gli efficaci meccanismi del mercato, modello che sta portando alla distruzione del pianeta.

Senso materiale e politico dell’amore – di Toni Negri

In questo breve frammento tratto da Moltitudine, Toni Negri spiega perché oggi l’amore non sia inteso come concetto politico ma sia diventato una faccenda strettamente privata. Eppure abbiamo bisogno di un’altra idea di amore per pensare il comune.

Amore e rivoluzione della moltitudine

Di ritorno dalla Spagna, Toni Negri, dopo avere rievocato le caratteristiche della moltitudine che sta erodendo le basi di dominio dell’Impero, ritorna (NELL’INTERVISTA SU RBE) su alcuni temi etici su cui aveva riflettuto a lungo prima della scrittura della trilogia (Impero, Moltitudine, Comune) che lo ha reso maggiormente celebre. Le riflessioni di Negri sulla moltitudineContinua a leggere “Amore e rivoluzione della moltitudine”

Decrescita, tra etica e pedagogia: intervista a Latouche

Oggi siamo educati all’illimitatezza dai pubblicitari che creano sempre più bisogni e sempre più illimitati perché “un popolo felice consuma poco”. La dimensione dell’infinito appartiene invece alla dimensione spirituale che Latouche [ASCOLTA/SCARICA L’INTERVISTA DI RBE A LATOUCHE SU DECRESCITA, ETICA, PEDAGOGIA], rivendica a patto che sia laica e non religiosa. Ma se detestiamo l’attuale societàContinua a leggere “Decrescita, tra etica e pedagogia: intervista a Latouche”